Archivi tag: Una Preghiera al Giorno

Una preghiera al giorno – 6 febbraio

Rimani con noi

Come i due discepoli del Vangelo,
ti imploriamo, Signore Gesù; rimani con noi!
Tu divino Viandante, esperto delle nostre strade
e conoscitore del nostro cuore,
non lasciarci prigionieri delle ombre della sera.
Sostienici nella stanchezza,
perdona i nostri peccati,
orienta i nostri passi sulla via del bene.
Benedici i bambini, i giovani, gli anziani,
le famiglie, in particolare i malati.
Benedici i sacerdoti e le persone consacrate.
Benedici tutta l’umanità.
Nell’Eucaristia ti sei fatto
“farmaco d’immortalità”:
dacci il gusto di una vita piena,
che ci faccia camminare su questa terra
come pellegrini fiduciosi e gioiosi,
guardando sempre
al traguardo della vita che non ha fine.
Rimani con noi, Signore! Amen!
(Giovanni Paolo II)

Una preghiera al giorno – 5 febbraio

Tutto parla di Te

O Dio Onnipotente ed Eterno,
a te ci rivolgiamo ogni giorno,
per farci benedire quello che facciamo.
A te guardiamo con speranza,
ogni volta che subiamo ingiustizie.
A te volgiamo gli occhi,
quando questi sono pieni di lacrime.
Tu ci tergi con il sudario di Cristo
e noi rinasciamo in Lui, come tuoi figli.
Tutto il Creato parla di te,
ti onora e ti loda
e tutto a te ritorna.
Grazie per avermi amato,
quando non sapevo che esistevi.
Grazie per tuo Figlio Gesù,
per avermelo dato come fratello.
Grazie per il dono della vita,
che solo in te trova il senso pieno e compiuto.
Grazie per il dono dell’Amore,
che ci hai dato nel mistero dello Spirito Santo.
(Sandra Feliziani)

Una preghiera al giorno – 4 febbraio

Una candela accesa

Signore, sono una piccola candela
accesa dal tuo soffio d’Amore.
Fa’ che io sia sempre luce per chi è nelle tenebre,
fa’ che il vento delle cose del mondo
non si abbatta mai sulla mia piccola fiamma.
Signore, ch’io viva per poterti dare gloria,
per essere la tua messaggera di luce.
Fa’ che io non mi risparmi mai,
quando mi si chiede di donare nel tuo nome,
per essere una voce che canti la tua lode,
un segnale di luce per chi è lontano
dal tuo regno santo.
Donami la capacità di evangelizzare
i fratelli che ignorano la dolcezza del tuo Amore,
la stessa tua capacità di attendere
che anche l’ultimo agnello smarrito torni all’ovile,
che anche l’ultimo uomo dell’ultima terra abitata
possa conoscere la santità del tuo nome.
Che tutti gli invitati alle nozze
non disertino il banchetto,
dove tu, Signore, ti fai pane, vino, carne e sangue
in virtù del tuo Amore senza tramonto.
(Anna Marinelli)

Una preghiera al giorno – 3 febbraio

Per gli amici virtuali

In questo angolo del mondo digitale, Signore,
ci sono centinaia di nomi,
appiccicati alle pareti di uno schermo.
Li chiamo “amici”, ma molti di loro li conosco poco,
altri sono poco più che volti.
Qualcuno non l’ho incontrato,
qualcun’altro vive dall’altra parte del mondo;
con qualcuno condivido molto, con altri poco o nulla.
Alcuni li ho scelti. Altri hanno scelto me.
E ora sono qui, sulla mia home
come sorelle e fratelli, posti sulla mia rotta virtuale.
Te li affido, Signore, uno per uno.
Ti affido le loro speranze, le loro paure,
i loro progetti di felicità.
Rendimi, per loro, immagine – sia pur sbiadita!
del tuo amore paziente e misericordioso.
Rendimi amico vero, pronto ad ascoltare.
Ti ringrazio, Signore,
per questi incontri che forse non sono così casuali.
Tuttavia, Signore, di chiedo di non lasciarmi affogare
in questo mare di finta compagnia:
risveglia in me il desiderio di uscire là fuori,
di ascoltare voci reali e stringere amicizie vere. Amen.

Una preghiera al giorno – 29 gennaio

Abbraccia il Salvatore

Quando lo chiami,
il Signore Gesù ti ascolta:
buono e generoso,
per te è sempre disponibile.
Cercalo sempre, non ti vergognare:
nel tuo cuore
ha trovato un posto sicuro.
Non vede l’ora che tu gli vada incontro:
coraggio, corri verso il Re dei re.
Lui che non si è sottratto
alla sofferenza della croce:
il più alto sacrificio egli ha compiuto.
Quindi non aver paura
del Cristo risorto:
va ad abbracciare
il salvatore del mondo.

 (Alessandro Cochi)

Una preghiera al giorno – 28 gennaio

Incapace di lodarti

Lodo, glorifico e benedico te, Dio mio,
per gli immensi benefici elargiti a me, indegno.
Lodo la tua clemenza che mi aspetta a lungo,
la tua dolcezza che soltanto finge di castigare,
la tua pietà che chiama,
la benignità che accoglie,
la misericordia che rimette i peccati,
la bontà che ricompensa di là dai meriti,
la pazienza che non ricorda l’offesa,
l’eternità che conserva, la verità che rimunera.
Tu mi chiami quando fuggo,
mi accogli al ritorno, mi aiuti nel dubbio,
mi allevi nella disperazione,
mi stimoli quando sono negligente,
mi armi quando combatto,
mi coroni quando trionfo.
Non mi disprezzi, peccatore quale sono,
dopo la penitenza, e non ricordi l’offesa.
Esorti con la bellezza della creazione,
inviti con la clemenza della redenzione,
prometti i premi della ricompensa celeste.
Per tutti questi beni
non sono capace di lodarti degnamente.
(San Tommaso D’aquino)

Una preghiera al giorno – 27 gennaio

Quando tocco il fondo

Sempre ti chiamo
quando tocco il fondo,
so il numero a memoria
e ti disturbo come un maniaco
abbarbicato al telefono;
lascio un messaggio se sei fuori.
So che a volte cancelli
a qualche fortunato
il debito che tutti con te abbiamo.
La bolletta falla pagare a me,
ma dimmi almeno
che non farai tagliare la mia linea.
Ti prego, quando echeggerà
quell’ultimo e dolorante squillo,
Dio!
non staccare: rispondimi!

(Vittorio Gassman)

Una preghiera al giorno – 26 gennaio

Madre della moltitudine

Maria, vergine di Nazareth
e crocevia di una moltitudine di volti.
Tu sei la Madre dell’unico Signore
che in te si è fatto carne
per venire ad abitare in mezzo a noi.
La Parola che in te ha seminato
il Vangelo della nostra speranza
educhi i nostri cuori
a tessere legami di fraternità e progetti di pace.
Tu, anello della generazione della catena umana,
sei all’origine della storia della salvezza
e nello svuotamento di ogni tuo progetto
rendi possibile il riscatto dell’uomo.
Tutta l’umanità,
desiderio insaziato sulle strade del mondo,
cammina verso di te,
casa dell’Umanità di Gesù.
Noi oggi così ti preghiamo:
aiutaci a riconoscere con trasparente sguardo
dentro la storia anonima dei giorni,
che tutti siamo nati da uno stesso amore
e tutti destinati ad una fraternità universale. Amen.
(Madre Elisabetta di Legnano)

Una preghiera al giorno – 25 gennaio

Eccomi con le mie viltà

Ho fuggito la santità, ho avuto timore,
ho tergiversato, esitato,
proceduto con calcoli meschini,
proprio quando più si imponeva
una piena disponibilità.
Gesù, Signore, eccomi con le mie viltà
e i miei sciocchi desideri.
Concedimi la tua benevolenza e il tuo aiuto:
ho veramente bisogno della tua infinita bontà.
Dimentica il pessimo amico che sono stato:
vorrei iniziare con te un’amicizia nuova,
un’ amicizia giovane e ardente,
un’amicizia in cui tutto sia veramente comune,
un’amicizia per la vita e per la morte.
Dammi un cuore nuovo,
un cuore fedele ed umile come quello di Maria,
entusiasta e fiero come quello di Paolo.
(Pierre Lyonnet)

Una preghiera al giorno 24 gennaio

Così grande, così vicino

Io grido verso di te,
Signore mio Dio,
io invoco il tuo Nome santo,
ma non riesco ad afferrarti!
Signore mio Dio,
tu sei più grande delle nostre parole,
più silenzioso dei nostri silenzi,
più profondo dei nostri pensieri,
più elevato dei nostri desideri, …
Donaci o Dio sovrano,
così grande e così vicino,
un cuore vivente,
degli occhi nuovi,
per scoprirti e accogliertiquando vieni a noi.
(San Francesco di Sales)

Una preghiera al giorno – 23 gennaio

Madonna dell’ascolto

O madre dell’ascolto,
quella preghiera
che palpita segreta
nel profondo del cuore
e non s’è ancora
vestita di parole,
tu già conosci.
Madre dell’accoglienza,
prima ancora ch’io bussi
alla tua porta,
m’allieta la tua grazia,
m’invita il tuo sorriso.
(Isabella Cinti )

Una preghiera al giorno – 21 gennaio

Vita delle anime
O Dio Spirito Santo,
uguale al Padre e al Figlio
nella sostanza e nell’eternità,
tu che procedi in modo ineffabile
dall’uno e dall’altro,
degnati di scendere nel mio cuore e scaccia,
tu meraviglioso portatore di luce,
le tenebre della mia iniquità
affinché, come il seno della Vergine
col tuo afflato concepì il Verbo di Dio,
così anch’io con l’ausilio della tua grazia
possa portare sempre nella mia mente
l’Autore della mia salvezza.
Tu infatti, o Signore,
sei la luce delle menti,
la virtù dei cuori,
la vita delle anime.

(San Pier Damiani)