Archivi tag: Renato Zero

La testa tra le nuvole, i piedi radicati al suolo

 La scorsa settimana, lungo le piazze e le strade del paese, i bambini e i ragazzi della scuola primaria e secondaria hanno animato e intrattenuto i presenti. Una bella festa popolare. Il tema su cui le varie classi hanno lavorato e preparato le loro rappresentazioni, è il cielo. Niente di più affascinante del cielo. Non so come, ma “Il cielo” rimbalza nel mio animo come la canzone di Renato Zero.
I miei ricordi di bambino trattengono l’immagine dei costumi più disparati e provocatori, il viso di uomo truccato e le movenze ambigue. Francamente, Renato Zero no, non mi piaceva.
Continua a leggere
Annunci

GIORNATA DELLA VITA

  LA VITA E’ UN DONO (Renato Zero) 

 La vita è un dono. E’ qualcosa che non appartiene al nostro fare, ma al nostro ricevere. I figli non si fanno, si hanno. Io non sono un essere fatto, ma ricevuto. Tutto in me dice che io sono un essere ricevuto. Ho ricevuto non solo la vita biologica, ma anche i tratti somatici, il temperamento, la fede dei genitori, un certo modo di vedere la realtà…Ricevo persino, attraverso l’ereditarietà genetica alcune malformazioni che, magari, scoprirò molto tempo dopo esser nato. Anche quelle fanno parte del dono. La vita si riceve. E ciò che di grande, di bello, di immenso, si riceve, è un dono. Questa è la prima e fondamentale coscienza del vivere.

La vita, cioè, esige di essere riconosciuta non come un atto di “merito” o “di buona volontà”, né tantomeno un atto di sfortuna, di colpa” o di “peccato”. Certo sappiamo che le situazioni in cui nasciamo non sempre sono le migliori. Può accadere addirittura che il mio nascere sia il germogliare di Continua a leggere

La pace sia con te

 “… E nonostante tutto avere dell’amore

un’idea talmente splendente e sublime…”

c’è un’insopprimibile esigenza d’amore che resiste, misteriosamente e pervicacemente, nonostante si moltiplichino gli attentati contro l’idea stessa dell’amore. Le separazioni, il divorzio, sono quasi riusciti a persuadere i nostri giovani che l’amore vero, quello che dura una vita non esista, sia cioè una pia illusione. La  sessualità che tracima in ogni cosa che si vede e si ascolta, pagata o abusata o adulterata, comunque facile, senza inibizioni e responsabilità ha di fatto cancellato l’idea della castità, dell’attesa, della scoperta, della seduzione, riducendo la parla vergine utile solo a definire l’olio dell’oliva perché se riferita ad una persona pare quasi un insulto. La sessualità per noia, per coprire il tedio della vita…  Continua a leggere

AVE MARIA di Renato Zero (1993)