40 Ore

Le Quaranta Ore sono un evento importantissimo della vita della comunità parrocchiale di Castel Guelfo. Ecco come, in un dialogo possibile fra madre e figlia, ci piace spiegare cosa sono e quale importanza rivestono le 40 Ore. Per maggiori informazioni potete contattare la Segreteria Parrocchiale.

Adorazione Eucaristica

B) Mamma, mamma cosa sono le 40 ore?

M) Sono ore che si passano in compagnia di Gesù nell’ostia, nell’Eucaristia.

B) Perché?

M) Per dirgli quanto è importante per noi, quanto sia grande il nostro amore per Lui.

B) Ma perché proprio 40 ore e non 30 o 50?

M) Perché 40 sono le ore che Gesù ha passato nel sepolcro, dalle 3 del pomeriggio del venerdì Santo quando è morto sulla croce, alle 7 della domenica di Pasqua quando è risorto.

B) Ma dove si vanno a fare le 40 ore?

M) Si va nella casa di Gesù, in Chiesa. Là lo trovi esposto nell’ostensorio (come un bellissimo sole) su di un trono in mezzo a tantissimi fiori e ceri. Sembra proprio un re!

B) Ma scusa mamma, ma che le ha inventate le 40 ore?

M) Vedi, le 40 ore sono nate tanti tanti anni fa, più o meno all’inizio del 1500 a Milano grazie ad alcuni sacerdoti che hanno pensato che questa adorazione continua fosse il modo migliore per chiedere aiuto a Gesù in momenti molto difficili che il paese doveva superare, come la guerra e la peste. La preghiera davanti al Santissimo Sacramento ha donato fiducia e speranza agli uomini di quel tempo, così pian piano le 40 ore sono state diffuse un po’ dappertutto in Italia, in Europa e nel mondo, soprattutto nel periodo quaresimale. Infatti la Quaresima è il periodo in cui cerchiamo in modo più sentito, di rivedere la nostra vita, di riconciliarci con Dio Padre e di camminare con i fratelli, perciò l’adorazione di Gesù nell’Eucaristia ci prepara a vivere meglio tutto questo.

B) Ma come si fa a fare tutte le 40 ore? Io mi stanco!

M) Carissima, tu non sei obbligata a fare tutte le 40 ore, ma ad approfittare di qualche ora, o solo anche di qualche momento, per ringraziare Gesù, per dirgli che gli vuoi bene e che lo vuoi seguire. Se così faranno un po’ tutti, Gesù non sarà mai solo e sarà contento tanto da elargire molte grazie, proprio come farebbe un re.

B) So che a Castel Guelfo per le 40 si fanno tante processioni, perché? Si fanno anche negli altri paesi?

M) Non proprio, bambina mia. A Castel Guelfo le 40 ore sono state impostate  in questo modo intorno al 1700 dal parroco di allora, don Zanini. Le 40 ore esistevano già a Castel Guelfo, ma un giorno successe un fatto molto grave: un soldato profanò la Chiesa, prese la pisside con le ostie consacrate e le buttò in un pozzo. Allora il parroco invitò tutti i guelfesi a compiere un gesto di riparazione e perciò le 40 ore sono state ripensate così: dal mezzogiorno della domenica delle Palme alla sera del martedì Santo, ad ogni ora viene fatta una processione dall’oratorio della Madonna della Pioppa verso la Chiesa parrocchiale, un gruppo di fedeli intona un canto con melodie popolari; in Chiesa Gesù Eucaristia è nell’ostensorio, in alto sul suo trono in mezzo ai fiori e ai ceri. E’ là che prosegue l’adorazione personale o di gruppo (per i movimenti, per i giovani, per i catechisti, per le famiglie, per gli ammalati…)  o la Celebrazione Eucaristica, fino allo scoccare dell’ora successiva. Un momento molto importante è anche l’adorazione notturna del lunedì Santo, che pur non essendo scandita dalle processioni a tutte le ore, dà la possibilità di vegliare e di rimanere con Gesù. Da allora questa tradizione viene tramandata di generazione in generazione, tanto da assumere a volte un aspetto folkoristico. Spero di aver chiarito un po’ i tuoi dubbi, e ti ricordo che Gesù ci aspetta tutti a contemplarlo in queste 40 ore, in questo bellissimo Sacramento d’amore!

B) Certo! Ho proprio tanta voglia di incontrarlo, di vederlo e di dirgli tante cose. Chissà se mi risponderà!

M) Non avere paura, Gesù parla al tuo cuore, tu tienilo in ascolto e aspetta fiduciosa…

 

 

Annunci

Una risposta a “40 Ore

  1. asavoia@monterenzio.bcc.it

    La Domenica alle ore 13,00 è stata dedicata alle DONNE.
    Ero presente con mia moglie ma a quell’ora, tra le poche persone presenti, le DONNE si contavano … forse 6

    Già in passato ho sollevato la questione che a quell’ora di Domenica le DONNE sono in casa a far da mangiare o sbrigare le faccende del dopo pranzo ma non sono stato ascoltato.
    Sarò più fortunato??
    Perchè dare l’appellativo ORA DELLE DONNE quando sappiamo tutti che a quell’ora non possono essere presenti???

    Grazie

    ALBERTO SAVOIA

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...