Regalami un sorriso…

Un carabiniere stenta a uscire dalla cabina elettorale.
– Che fate? – gli chiede il presidente del seggio.
– Aspetto gli altri tre colleghi!
– E perché?
– Non vedi cosa c’è scritto? “Piegare in quattro”!

(dal libro “Fra Valerio… poco serio” di P. Valerio Di Carlo)

Regalami un sorriso…

- Ma insomma, Carletto, in questa casa chi conta di più: io
o tu?!
– Non so. Io so contare fine a cento.

(dal libro “Fra Valerio… poco serio” di P. Valerio Di Carlo)

Regalami un sorriso…

Il maresciallo, al subalterno:
– Vieni dentro, ché piove!
– Non occorre! Tanto piove anche fuori!

(dal libro “Fra Valerio… poco serio” di P. Valerio Di Carlo)

Regalami un sorriso…

- Pierino, come mai nel tema hai scritto “camino” con “K”?
– Perché, senza cappa non funziona.

(dal libro “Fra Valerio… poco serio” di P. Valerio Di Carlo)

Regalami un sorriso…

- Perché dici che Garibaldi è passato alla storia per la sua
formidabile memoria?!
– Perché in tutti i suoi monumenti, c’è scritto: ALLA MEMORIA
DI GARIBALDI.

(dal libro “Fra Valerio… poco serio” di P. Valerio Di Carlo)

Regalami un sorriso…

- Pronto, dottore, mia moglie ha la febbre.
– Quanto è alta?
– Un metro e settanta, perché?!

(dal libro “Fra Valerio… poco serio” di P. Valerio Di Carlo)

Regalami un sorriso…

Mia moglie mi ha sposato per fare un dispetto a un uomo.
Dopo un anno ho scoperto che quell’uomo ero io.

(dal libro “Fra Valerio… poco serio” di P. Valerio Di Carlo)